Guida Benchmark e Stress Test. Testare la stabilità e la funzionalità dell’hardware

Stress Test

Molti utenti saranno intimoriti nei primi periodi dalla pratica dell’overclock, ma quellì che superano lo scoglio psicologico e si addentrano in questo percorso, vorranno sapere come fare per accertarsi della stabilità del proprio hardware. Qui andremo a mostrare alcuni programmi che lo permettono e le impostazioni ottimali per poterli utilizzare.

Aida64 Stress Test

E’ uno dei migliori test, nonchè anche uno dei più usati per poter testare la stabilità del proprio sistema, ed in particolar modo per mettere sotto torchio la CPU e la Cache.
Il test è estremamente impegnativo per il processore e fa uso delle istruzioni AVX, il che lo rende molto utile per avere la prova del 9 quando si fa overclock sulla CPU.
Per settare lo stress test, bisogna andare in alto su strumenti e clickare su Test Stabilità di Sistema. Una volta apertasi la pagina del test, andiamo a mettere le spunte su CPU-FPU-Cache e poi clickiamo su start.

Durante il test si possono anche raggiungere temperature molto elevate, che possono avvicinarsi o superare gli 80 gradi (dipende sempre dalla dissipazione utilizzata).
Per poter avere una certa sicurezza della stabilità del sistema, bisogna lasciare lavorare il programma per almeno 90/120 minuti senza incappare in errori o crash.

OCCT

Si tratta di un altro famosissimo Stress Test, che ha una varietà impressionante di impostazioni, ed è possibile scaricarlo sul sito OCBASE.
Il test è molto efficace sia su Intel che su AMD, e rappresenta un ostacolo veramente incredibile per ogni CPU.
Se pianificate di fare overclock, questo stress test può assicurare quasi al 100% che la CPU sia stabile.

Come abbiamo già detto il programma offre un ampia gamma di impostazioni. La Small Data Set con AVX2 è la più pesante e a parere nostro è eccessiva. Personalmente consigliamo il test OCCT e impostare AVX2 con Large Data Set, in modo da tirare in ballo anche le RAM e diminuire leggermente il carico sulla CPU.
Per poter essere sicuri della stabilità di sistema bisogna lasciar lavorare il programma per almeno un’ora.

3DMark Stress Test

Probabilmente il migliore stress test per la GPU è lo stress test della suite 3DMark.
E’ presente nella versione Demo del programma e quindi è gratuito, ed è estremamente affidabile nello spingere al limite la nostra scheda video, soprattutto nella versione Timespy.

Dato che il test è molto lungo vi consigliamo di utilizzare prima Superposition, poi una volta trovato un primo punto di stabilità, passare a Timespy/Firestrike, ed infine passare allo stress test di Timespy.
Il test dura circa 25 minuti e non si deve configurare niente. Per poterlo selezionare bisogna andare nella parte alta del programma e selezionare stress test.

Test Memory 5

E’ un utilisimo programma per poter testare la stabilità delle proprie RAM, sia con frequenze in XMP (per verificarne il corretto funzionamento), sia per testare la stabilità dell’overclock delle RAM.
Su Overclock.net si può trovare il link per scaricare sia il programma che il file di configurazione fatto da 1Usmus.
Una volta scaricato sia il file di configurazione che il programma, si deve sostituire il file MT.cfg nella cartella bin. Una volta fatto questo, si deve aprire il file di configurazione e cambiare la lunghezza del test da 5 cicli a 20.

Una volta fatte queste operazioni, basta avviare il programma ed in automatico partirà il test. Il test deve assolutamente proseguire senza errori e crash fino alla fine, per poter definire il sistema stabile.
Un piccolo accorgimento è testare le RAM tenendo la CPU a Stock, in modo da non mescolare gli overclock ed essere certi che eventuali errori siano causati esclusivamente dalla RAM. 
N.B. Un altro stress test per le RAM lo si trova nel Dram Calculator ed abbiamo trattato questo argomento QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.