PC Configurator : Configurazione Gaming Mainstream

Abbiamo visto molte novità negli ultimi mesi, tra cui la presentazione delle nuove schede Nvidia RTX e la presentazione dei nuovi processori Intel di nona generazione.
C’è da dire però che nessuno di questi prodotti abbia strizzato l’occhio alla fascia mainstream, non ancora almeno.
Le configurazioni mainstream sono sicuramente le più importanti e delicate, quelle che interessano la fetta più ampia dei gamers PC, e quelle su cui bisogna bilanciare al meglio il budget a disposizione.
Abbiamo stabilito 800-850 euro circa, come budget medio per una configurazione completa, periferiche escluse, che sono il budget ideale per un’esperienza di gioco senza troppe rinunce. Chiaramente ogni singolo componente può subire variazioni di prezzo nel tempo, ma cercheremo di mantenerci entro questo target. Per qualsiasi scambio di opinione, e per qualche variazione in tempo reale, consiglio comunque di entrare a fare parte della nostra community e di iscriversi al nostro gruppo su Facebook  ->(QUI) in cui si può trovare aiuto ed uno scambio di vedute con altri utenti ed admin.

Andiamo alla configurazione:

La scelta della CPU su questa fascia in realtà è abbastanza obbligata al momento. Il parametro più importante con questo budget, è sicuramente quello del Prezzo/Prestazioni. Le CPU Intel che potrebbero brillare in questa fascia sono sicuramente gli i5, storicamente tra le CPU più indicate nel gaming, ma per vari fattori al momento è difficile reperirle ad un prezzo concorrenziale e competitivo nei confronti dei Ryzen 5. Un 8600k o un 9600k costano circa 300€, quindi circa 120€ in più rispetto alla proposta AMD, e arrivano senza dissipatore (cosa che fa crescere la differenza di prezzo) e per un budget inferiore ai 1000€ rappresentano una cifra importante e che costringerebbe a fare rinunce su altre componenti estremamente importanti, come la GPU. Pertanto un Ryzen 2600 è la CPU mainstream ideale in questo momento. Ottime performance in gaming, ma non solo. Si tratta di un 6core/12thread performante, efficiente e molto versatile (è anche una discreta CPU per rendering e streaming) con dissipatore in bundle, che se non si pretende dell’overclock è più che sufficiente.

Una discreta motherboard, con chipset b450, ben equilibrata. Buona dissipazione sui VRM, gradevole esteticamente, buona compatibilità con le Ram, e un BIOS abbastanza ordinato. Per gli utenti più smaliziati è anche una discreta motherboard se si pensa di cimentarsi sull’overclock delle RAM, dato che su AM4 premia con un notevole miglioramento prestazionale (QUI si trova un nostro articolo dedicato allo scaling delle performance con l’overclock delle RAM).

Queste RAM si trovano ad un buon prezzo. Sono delle single rank con chip Micron (per saperne di più QUI si trova un articolo dedicato all’overclock delle RAM e che contiene approfondimenti su alcuni parametri). Un chip che solitamente viene digerito meglio dalla piattaforma am4, rispetto al chip Hynix che si trova sulle RAM a basso prezzo (come le Gskill aegis). Sono delle 3000mhz con profilo xmp, e con un po’ di praticità e pazienza hanno anche un discreto margine in overclock. A questo prezzo per 16GB sono senz’altro un ottimo acquisto.

L’alimentatore è uno dei componenti più importanti della configurazione, da un lato perché tutte le altre componenti dipendono strettamente dal PSU, ed anche perché solitamente è quello più longevo, cioè quello che si tende a cambiare meno frequentemente (abbiamo trattato questo argomento nello specifico in questo articolo QUI).
Si tratta di un ottimo compromesso tra prezzo e qualità. Potenza più che sufficiente anche per futuri upgrade. Non è un modulare, ma ha una caratteristica che apprezzo molto: I cavi piatti neri, belli da vedere, flessibili, che rendono il cable management ottimo anche senza acquistare dei cavi sleeve.

Dopo l’inserimento nel mercato della nuova rx 590, le altre GPU della famiglia Polaris hanno subito un taglio di prezzo che le ha rese veramente interessanti. Una RX 570 4gb si trova sulle 150 euro ormai, cifra che la rende assolutamente preferibile ad una GTX 1050ti ed una GTX 1060 da 3GB di Vram, che ritengo non ottimali al giorno d’oggi.
Si tratta di un’ottima GPU per il Full HD senza molti compromessi e senza esagerare con i filtri di AntiAliasing si raggiungono frame prossimi ai 60 in quasi tutti i titoli con pochissime eccezioni.
Il modello Xfx è valido, si tratta di un biventola, ben raffreddato e performante, che negli ultimi mesi sul mercato italiano ha un prezzo molto allettante.
Chiaramente è possibile valutare anche la sorella RX 580 da 8gb se si vuole puntare ad un’esperienza in Full HD più solida e si hanno a disposizione altri 80 euro extra sul budget.

In un PC fatto come si deve, non può più mancare un SSD, specialmente considerando che i prezzi ormai sono diventati accessibili. Il taglio da 240GB è perfetto per il sistema operativo, i programmi, ed il gioco che preferite al momento. Ormai ritengo che il 120GB sia un taglio piuttosto limitante, adatto più a sistemi HTPC.
Il BX500 è una linea recente di Crucial, ottimo produttore di memorie, lanciati a prezzi estremamente concorrenziali e con ottime performance. Si parla di circa 35 euro per un 240GB.

Un classico. Una linea di hard disk che esiste da molti anni. Nelle varie edizioni è migliorato parecchio, in silenziosità , performance, e affidabilità. Senza dubbi è uno dei migliori insieme ai suoi colleghi Western Digital e Toshiba p300. Personalmente valuterei anche l’acquisto di un 3TB, piuttosto che 1TB, se il budget lo consente.

Il case ha le finestra laterali e quella frontale in vetro, una particolarità molto gradita che consente di mettere in risalto le componenti interne ed i tanto in voga RGB.
Si trova ad un prezzo leggermente inferiore ai 50 euro, che per ciò che offre, finestre in vetro, un buon airflow (3×120 frontali, 2×120/140 superiori, 1×120/140 posteriori), copri psu e un discreto cable management, è un ottimo case. Va considerata però l’assenza di ventole, che consiglieremo di seguito.
Chiaramente la scelta del case è fortemente personale, può variare a seconda dei gusti (e del budget) personali e fortunatamente non mancano case validi nel mercato, ma su questa fascia di prezzo, questo “piccolo” di casa Noua merita di essere menzionato.

La nuova linea di ventole Arctic. Per chi non pretende RGB ovunque, questo value pack è semplicemente insuperabile.
Si tratta di un pack di 5 ventole a meno di 30 euro, con ottime statistiche sia di airflow che di pressione statica. Offrono anche la tecnologia PST di Arctic tramite la quale ogni ventola “splitta” il segnale PWM ad un’altra, particolare a dir poco comodissimo.
Si può abbinare una p14 140mm, per il posteriore del case Linx, in modo da avere l’airflow completo.

Se siete più intenzionati ad inserire dei LED o RGB nel case, queste intramontabili e sempre valide Thermaltake sono perfette. Il pack da tre ventole con LED, del colore che vi aggrada, si aggira sui 30 euro, e con due pack di questi avrete l’airflow completo. A qualche euro extra si trova il pack RGB con controller.
Personalmente valuterei di mixare le Thermaltake con le P12. Una buona idea d’effetto potrebbe essere quella di utilizzare le Thermaltake frontalmente ad esempio, ma come per il case, qui entra in gioco il gusto personale.

Varianti e Extra :

Se si dispone ancora di un pò di margine, è possibile valutare alcuni accorgimenti.

Si tratta di un AIO recentemente lanciato da Deepcool, con due ventole RGB, compatibile con la piattaforma am4, con un ottimo rapporto Prezzo/Performance. Ottimo per tenere a bada le temperature anche in overclock e molto gradevole esteticamente.

Per chi preferisce maggiore affidabilità, sicuramente il dissipatore ad aria è preferibile. Si tratta di un prodotto Noctua, marchio che non ha bisogno di presentazioni, semplicemente perfetto. Ottime performance mantenendosi silenzioso, il tutto ad un gran prezzo.
NB: Unica nota, dovrebbe non arrivare con il Kit di montaggio AM4 incluso, e deve essere richiesto, gratuitamente, semplicemente con la prova d’acquisto direttamente dal sito Noctua QUI

Come detto anche in precedenza, se si dispone di un budget superiore, senza dubbio alcuno, la GPU ha la precedenza su tutto. Pensare ad una delle nuove GTX 1660 anzichè la RX 570 4GB è la spesa che vi darà maggiori benefici in gaming.
Potrebbe essere un’alternativa anche la RX 590 8GB, ma date le performance leggermente superiori della piccola di casa Nvidia e consumi decisamente inferiori, probabilmente rimanendo quasi sulla stessa cifra è meglio optare per la nuova 1660. Certo la 590 è dotata di più Vram, ma va anche considerato che si tratta di schede video perfette per il Full HD e a questa risoluzione non costituiscono un vero surplus.
Questo modello biventola MSI, si trova spesso sulle 230-240 euro, offrendo un ottimo rapporto prezzo/performance.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.