AMD aggiorna la Roadmap, presentate Milan e Genoa

Recentemente si è venuti a sapere di un aggiornamento sulla Roadmap di AMD ed i suoi piani per i futuri processori Zen 3.
I processori sia della linea server Epyc, sia i futuri Ryzen e Threadripper entreranno in produzione solo nel Q3 del 2020.

I prossimi chip Epyc saranno basati su architettura Milan e presenteranno un processo produttivo a 7 nm+, saranno prodotti quindi sullo stesso nodo attuale, con un miglioramento delle performance.

I futuri Zen 3 presenteranno lo stesso limite di 64 cores della attuale generazione, avranno lo stesso socket e lo stesso TDP.

I processori in  questione manterranno il SMT X2 e si avrà almeno per un’ altra generazione l’utilizzo delle DDR4. Ovviamente non mancherà il PCI 4.0.

L’organizzazione dei chiplet pare restare invariata, con otto Compute die e un I/O die, ma pare ci sia stato un riallineamento della disposizione della cache, per tentare di aumentare l’IPC e ridurre la latenza. L’ obiettivo è anche portare un’ aumento di frequenza, grazie all’affinamento del processo produttivo.

Attualmente la cache è disposta a blocchi di 16 MB per CCX, mentre con Milan la cache si sposterà in un blocco unico di 32 MB ogni 8 cores.

AMD pare avere parlato anche di Genoa, l’architettura che seguirà Milan nel settore server. Il chip avrà un nuovo socket, il SP5 e dovrebbe portare con se delle nuove memorie, le DDR5, con una nuova interfaccia PCI 5.0.

Ovviamente continuiamo a seguire con interesse anche le nuove CPU del settore server poichè esse porteranno con sè tutte le migliorie che saranno caratterizzanti delle future CPU consumer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.