AMD keynote a Taipei. Ryzen di terza generazione e AMD Navi a 7nm

Navi

La presentazione delle nuove GPU ha lasciato molte domande, e non è stata esauriente sotto molti punti di vista. La motivazione è molto semplice, le informazioni più importanti saranno rivelate all’E3 il 10 giugno.
Purtroppo senza conoscere frequenze, prezzi, consumi, quante e quali GPU sono previste al lancio, è difficile sbilanciarsi in qualche considerazione.
Dalle slide è apparso che AMD ha ufficialmente abbandonato l’architettura GCN, in favore della nuova RDNA. Questa notizia è stata accolta da tutti positivamente perchè, per quanto valida nel corso dei suoi anni, in ambito tecnologico ogni architettura ha un proprio ciclo evolutivo e sicuramente GCN ha terminato il suo.
Queste nuove GPU dovrebbero presentare un IPC (instruction per clock) superiore del 25% rispetto alla precedente generazione ed un incremento del rapporto performance per watt pari al 50% , oltre ad un supporto per il nuovo standard PCIe 4.0.
La “prova su strada” ha mostrato un confronto diretto con una RTX 2070 su Strange Brigade, che ha visto la nuova Navi in vantaggio del 10%.
L’unica cosa che possiamo dire a riguardo, è di prendere questo dato con la dovuta remora. Si tratta di un test non super partes su un titolo che ha mostrato di gradire particolarmente le schede Radeon sia utilizzando le DX12 che Vulkan, quindi è verosimile pensare che non si otterranno le stesse percentuali in altri titoli.
La presentazione di una nuova architettura è un messaggio di rinnovamento più che positivo, ma per dei dati più approfonditi bisogna attendere il 10 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.