Huawei, i primi smartphone HarmonyOS a partire dal 2021

Oramai è passato più di un anno da quando è partito il Ban USA per diverse società cinesi, tra le quali è presente Huawei.
Questo Ban ha impedito a Huawei di avere legami commerciali di qualsiasi tipo con società americane. Ciò ha impedito a Huawei di poter usare tecnologie nelle quali sono coinvolti brevetti o tecnologie registrati negli USA. Questa situazione ha portato in breve tempo ad una cessazione dei rapporti di Huawei condiversi partner, inclusa Google, che non poteva più offrire a Huawei un OS nel quale fossero presenti i Google Services.
Huawei ora per ovviare alla complicata relazione con Google, Huawei ha deciso di rinunciare ad Android anche nella sua versione OpenSource e lanciare ufficialmente HarmonyOS.
Il sistema operativo targato Huawei viene già usato su alcuni dispositivi della casa di Shenzen, come Smart TV e tecnologia Wearable. Il fatto che ora Huawei sia pronta al lancio definitivo del Sistema Operativo, è indice della volontà di creare un ecosistema proprio e diventare un’alternativa di rilievo ai colossi Google ed Apple.
Uno dei punti focali di HarmonyOS è che la sua presenza su diversi elementi IoT permetterà la libera comunicazione dei vari elementi dell’ecosistema. La flessibilità dell’OS inoltre, farà si che esso possa essere adottato da elementi che vanno dalla lampadina, ai condizionatori, fino alle Smart TV.
Come Android, anche HarmonyOS sarà distribuito come soluzione open-source e tutti potranno adottarla e contribuire allo sviluppo del codice.
I servizi, e gli applicativi proprietari degli smartphone Huawei come i modelli IA per le fotocamere, resteranno di proprietà di Huawei e non verranno resi disponibili OpenSource
Uno dei punti più importanti del lancio di HarmonyOS è legato alla compatibilità con Android. Infatti se uno sviluppatore programma una propria app tramite il Compiler ARK (introdotto da Huawei a partire dalla EMUI 9) tale app sarà pienamente compatibile con HarmonyOS.
L’architettura basata sul micro kernel arriverà solo il prossimo anno, insieme allo stack grafico. Quello che viene definito oggi come Harmony OS versione 1.0 non sarà però una versione completa dell’OS. Infatti la stessa roadmap di Huawei inserisce alcune funzioni chiave solo nella release 2.0.
La prima release del sistema operativo arriverà nel 2021, mentre la versione 2.0 arriverà solo nel 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.