Prezzi CPU in rialzo: le migliori CPU anti-crisi

In questi ultimi due mesi abbiamo assistito ad un aumento dei prezzi riguardante le CPU Intel. Chiaramente ciò ha fatto innalzare le vendite delle CPU AMD che a loro volta sono aumentate lievemente di prezzo, anche se in percentuale minima rispetto all’aumento subito dalle CPU Intel.
Il successivo lancio della nona generazione di CPU da parte di Intel, ha visto presentare un listino prezzi che sicuramente non strizza l’occhio alle tasche del consumer. Parliamo di 470-480 euro come prezzi migliori sul web per l’i7 9700k (ricordiamo che i nuovi i7 non presentano Hyper Threading, sono cioè 8 core 8 thread) e circa 600 euro per l’i9 9900k.
In questo scenario poco incoraggiante per i consumer ed in particolar modo per gli utenti che mirano alla fascia mainstream, ci siamo chiesti : “Cosa si può comprare per fare un buon PC senza dover spendere una cifra esorbitante? È ancora possibile?”
La risposta è fortunatamente si, anzi, in questo periodo finalmente il mercato delle GPU di fascia mainstream si è ridimensionato ulteriormente nei prezzi, rendendo possibile comprare GPU come la RX 580 a circa 200 euro, prezzo insperato ed impossibile fino a qualche mese addietro.
Abbiamo quindi deciso di segnalare qualche Best-buy del momento, per riuscire ad assemblare un ottimo PC nonostante questo aumento dei prezzi delle CPU.
Le CPU che al momento rappresentano un vero Best-buy indiscusso sono sicuramente:

  • Ryzen 1700 acquistabile a circa 190 euro. (Lascio il link per acquistarlo QUI)
    Questa cpu Ryzen di prima generazione 8 core 16 Thread, a questo prezzo, con dissipatore incluso nel bundle, rappresenta sicuramente un ottimo acquisto, per un pc multi uso, gaming, streaming, editing. La cpu scalda poco, consuma poco, ed ha un grosso margine di overclock, gestibile con un dissipatore aftermarket anche di medie dimensioni. In overclock, ha una resa che raggiunge l’ex top di gamma 1800x, ed il nuovo 2700.
    Una buona combo per questo processore potrebbe essere la seguente:
    MSI x370 Gaming Pro Carbon prezzo che oscilla tra i 100-110 euro (Acquistabile da QUI), prezzo/performance ottimo, ottimo audio integrato.
    16GB (2×8) di Ram GSKILL Aegis a 3000mhz, a 125-130 euro (Acquistabili da QUI). Sicuramente non il massimo per questa piattaforma ma per contenere le spese vanno più che bene. Oppure uno dei modelli più economici di Samsung b-die, GSKILL Ripjaws 3200 C15 a 175 euro (acquistabili da QUI). Ovviamente i prezzi subiscono spesso oscillazioni.

  • Ryzen 2600 cpu che costa circa 180 euro.(Link QUI)
    Si tratta di un Ryzen a 12nm di nuova generazione 6 core 12 thread. Cpu perfetta per una configurazione da gaming di fascia mainstream. Sicuramente una delle cpu con price performance ratio più alto. Va benissimo anche a frequenze stock, ma si può incattivire ancora di più portandola a 4.1-4.2 Ghz a seconda del sample, rendendola un’ottima cpu da gaming. Per un uso più versatile , come streaming e in particolar modo editing, resta preferibile il 1700.
    Una buona combo per questo Ryzen potrebbe essere la seguente:
    x470 MSI Gaming Pro a circa 150 euro (link QUI). In questo caso è utile puntare alle motherboard di nuova generazione sborsando qualche euro extra, per una questione di comodità, assicurandosi una compatibilità immediata, senza necessità di aggiornare il BIOS, cosa che potrebbe invece accadere con una x370. Una delle x470 meno care in assoluto, essendo comunque una buona motherboard sia come compatibilità con le Ram, che come ottimizzazione del BIOS.
    Oppure salendo di prezzo, merita menzione la x470 Taichi, motherboard della Asrock, top di gamma di tutto rispetto, ma saliamo a 220 euro (link QUI).
    16GB (2×8) di Ram, come low cost le
    Aegis da 3000mhz a 125 euro restano un’ottima scelta, ed anche le Ripjaws da 3200 c15 restano una scelta ottimale per delle performance in più. Ma sulla seconda generazione di Ryzen, volendo si può osare qualcosa in più, specialmente per chi ha intenzione di sperimentare l’overclock sulle Ram e tirare fuori il massimo da questa piattaforma (a questo proposito vi sottopongo questo articolo dedicato all’overclock sulle ram QUI).

  • Intel i5 8600k. CPU che si riesce ancora a trovare a 270 euro, non realmente un best-buy, ma forse l’unica CPU Intel in questo periodo di innalzamento dei prezzi, ad avere un prezzo ancora considerabile come appetibile per gli utenti mainstream.(Link QUI)
    Un 6 core 6 thread, con potenzialità da 5ghz in overclock. Una cpu che per piattaforme prettamente gaming che può dare soddisfazioni.
    -A questo processore è meglio abbinare comunque una Z390 oramai. Scelte come una
    MSI z390 Gaming Pro Carbon sui 190 euro (Link QUI), o una Asus Z390 Prime sulla stessa cifra circa (Link QUI), sono delle buone medie di gamma che offrono quanto serve per un processore unlocked, senza costare cifre vertiginose. A qualche euro in meno, è considerabile la Z390 Tomahawk, che si trova sui 150 euro (Link QUI).
    -Sulle
    Ram, la piattaforma Intel è meno schizzinosa della piattaforma AM4 e qualsiasi banco con profilo XMP da 3000 in su va bene per lo scopo (sotto non scenderei comunque, a meno di casi particolari), escludendo ovviamente banchi da 4000mhz in su che potrebbero dare qualche problema con il profilo xmp richiedendo alcuni accorgimenti su alcuni parametri nel BIOS. Sono scelte più che valide tutti i banchi precedentemente menzionati per il 2600.
    In particolare segnalo questo banco di Ram, poco gettonato Patriot 3733mhz c17 (Link QUI) al prezzo di 170 euro, ottime per spingere le ram in overclock e stringere le latenze. le Patriot, su questa piattaforma, in overclock hanno potenzialità di 4000mhz con un po’ di impegno, fortuna, e praticità con il BIOS.

Insomma, se si è disposti a rinunciare al prodotto adocchiato ed ad aprirsi alle varie occasioni che popolano il mercato, è possibile acquistare CPU con ottime performance, a prezzi davvero competitivi.
Al momento è difficile consigliare una CPU di nona generazione Intel per una configurazione di fascia mainstream, dato il loro costo, che speriamo arrivi a cifre più appetibili in questi mesi.
Ovviamente sono possibili soluzioni migliori, ma abbiamo cercato di focalizzarci sul prezzo/prestazioni per una configurazione mainstream, probabilmente un enthusiast opterebbe comunque per soluzioni top di gamma.
Personalmente ritengo, su tutte, in questo momento, la combinazione
Ryzen 1700 e X370 Pro Carbon, per un prezzo complessivo di circa 300 euro, una scelta più che ottimale per un PC versatile per gaming, editing, streaming, ad un prezzo veramente accessibile, accoppiando una GPU come una GTX 1060 (strettamente da 6GB)  o RX 580 e completando una build mainstream ben bilanciata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.