Ritrovati su 3D Mark i benchmark di 3 APU Zen 2

Da qualche settimana ci sono molti rumors e leak sulla prossima generazione di APU desktop di AMD, e fino a non molto tempo fa l’unica di cui si conoscevano dei dettagli era il Ryzen 7 4700G. Ora però si iniziano ad avere informazioni più complete sulla lineup, essendo apparsi online anche il Ryzen 3 4200G ed il Ryzen 5 4400G.
Le tre APU sono state avvistate sulla nota piattaforma di benchmark 3D Mark, e la notizia è stata prontamente riportata dal noto leaker APISAK. Nello specifico si tratta del test Firestrike, che da informazioni e risultati su CPU e GPU.
Si tratta di versioni Pro, le quali sono in genere direttamente comparabili ai prodotti dedicati al settore consumer.
Il 4700G presenta una CPU ad 8 cores e 16 threads, con un Boost Clock di 4.45 GHz, con una GPU Vega con 8 CUs a 2.1 GHz. Lato CPU il risultato non è molto diverso da quello che si può ottenere con un 3700X. Il chip infatti fa registrare ben 23400 punti sul test CPU.
La GPU integrata invece risulta il 20% più potente della Vega 8 del Ryzen 3 3200G, e circa il 10% più potente della Vega 11 del 3400G di precedente generazione.
Il 4400G è una CPU con 6 cores e 12 threads con un boost clock di 4.3 GHz. La GPU è anche in questo caso una Vega 8 ma con un Clock più basso, ad ”appena” 1.9 GHz. Le performance lato CPU almeno in questo test paiono essere in linea con quelle di un Ryzen 5 3600, registrando 19000 punti sul test CPU. Mentre lato GPU si mostra circa il 7% meno potente del 4700G a causa del clock più basso, facendo registrare 4030 punti.
IL 4200G invece è una soluzione con 4 cores ed 8 threads con un Boost Clock di 4.1 GHz e con una GPU Vega 6 con clock di 1.7 GHz.
La soluzione proposta come APU entry-level ha performance tutto sommato solide lato CPU, essendo all’incirca equivalenti a quelle del Ryzen 3 3100. Sul comparto grafico invece non ci si discosta molto da quello che veniva offerto dalla generazione precedente col Ryzen 3 3200G.
Di seguito i risultati comparati delle 3 APU ritrovate da APISAK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.