Test CPU quanto conta il numero di core/thread nel gaming?

Una delle questioni più discusse riguardo la scelta della CPU per il gaming è il numero di cores. Avere più cores/threads aiuta davvero in game? O 4core/4thread sono già più che sufficienti?
L’era dei quad cores dura da parecchi anni ormai, gli i5 4 cores e 4 threads hanno dominato la scena dal lontano 2010 ad ora come CPU più gettonate e richieste per le configurazioni da gaming, ma più di un titolo ha messo in ginocchio tantissime CPU con pochi cores portandoci quindi a chiedere: “se puntassi ad una CPU con più core/thread guadagnerei davvero qualcosa a livello di performance? l’esperienza di gioco ne gioverebbe in modo quantitativamente apprezzabile?”
D’altronde con le nuove cpu ryzen e coffelake, i cataloghi a nostra disposizione vantano esa-core a buon prezzo, e sull’usato è possibile reperire i7 4core/8thread a prezzi mai quanto oggi allettanti.
Per cercare di farci un’idea abbiamo usato la nostra solita cavia da laboratorio, l’i7 2700k overcloccato alla ragguardevole cifra di 5Ghz (e qualcosina oltre).

Configurazione di prova: i7 2700k 5ghz, 4×4 GB Ram (a circa 2200mhz) , Gtx 1080, Windows 10, Risoluzione 2560 x 1440p.

Test FPS Medi e Minimi :

Procediamo dunque testando vari titoli in QHD ad ultra con la nostra 1080 overcloccata, prima con 4 threads successivamente con 8 threads.

Sugli fps medi e minimi si mostra uno scenario interessante, che riassume perfettamente la situazione. In molti giochi lo scarto è minimo, o addirittura nullo, ma su Watch Dogs 2, titolo Ubisoft sviluppato su Anvil, nemmeno il più pesante in assoluto sulla CPU a dire il vero (….Assassin’s Creed Origins….), la situazione è ben diversa.
Lo scarto in questo titolo è evidente, parliamo di un 20% circa, la questione ci ha incuriositi, e abbiamo rifatto il test varie volte, ottenendo sempre gli stessi risultati. Anche in un test fatto da Gamernexus QUI, lo scenario appare identico.

Test Frametime :

Diamo uno sguardo ai grafici sul frametime, su due titoli in particolare, Mass Effect Andromeda e Assassin Creed Syndicate, testati con FRAPS e FRAFS.
N.B. Sarebbe stato logico provare Watch Dogs 2 e vederne il frametime vista la grossa differenza anche sui frame medi, ma il risultato sarebbe stato scontato, mentre a noi interessa guardare il frametime in titoli dove, guardando minimi e medi, l’esperienza sembrerebbe quasi identica.
-Assassin’s Creed Syndicate
-Mass Effect Andromeda

Abbiamo volutamente evidenziato la linea dei 60 frame, cui corrisponde un lag di 16,7ms, ed in entrambi i giochi si osserva la medesima situazione, che mettiamo in risalto guardando una chart più specifica, con 1% Low e 0,1% Low.
-1% Low & 0,1% Low


Unendo i due grafici, adesso si vede più nitidamente che, anche in giochi in cui la nostra GPU riesce a spingere il frame rate ad elevati valori, nella configurazione con 4 threads, la CPU fa fatica a tenere il framerate costante ad un lag di 16,7ms. In particolare su Assassin’s Creed Syndicate notiamo uno 0,1% low molto differente, 54 Fps contro 63, su Mass Effect Andromeda anche il grafico del frametime è abbastanza loquace, mostrando come, quantitativamente parlando, la configurazione con 4 threads scenda sotto i 16,7ms di lag molto più frequentemente, toccando sporadicamente i 33ms di lag.

Conclusioni :

Abbiamo ottenuto varie risposte durante questi test. Sicuramente 4Core/4Thread sono ancora sufficienti per giocare ed avere una discreta esperienza di gioco, anche se, contrariamente al passato, avere più thread aiuta in modo quantitativamente apprezzabile. In molti titoli la differenza è lieve, ma ormai il gioco più esigente sembra uscire più frequentemente, ed è in questi casi che la nostra CPU soffrirà la carenza di core/thread. D’altrocanto anche nei titoli in cui la differenza sugli fps medi è quasi nulla, avere un maggior numero di thread aiuta a mantenere un lag contenuto e a mantenere più facilmente il frame sopra i 60FPS come dimostrano i risultati sul 1% Low e 0,1% Low.
Sicuramente i dati ottenuti dimostrano inoltre che un 4Core/4Thread non è più così future proof quanto invece lo è stato negli anni passati.
Stando a quanto detto, se avete intenzione di assemblare una configurazione per i 60 o più frame stabili, scegliere una CPU con più di 4 cores 4 thread è una buona idea. Se possedete già una configurazione, non è il caso di allarmarsi e correre all’upgrade, ma se trovaste un i7 compatibile con la vostra piattaforma, in qualche mercatino dell’usato nelle giuste condizioni effettuando un upgrade con pochi euro, valutarlo potrebbe non essere affatto una cattiva idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.